Rimborsi assicurativi incidenti stradali

Rimborsi assicurativi incidenti stradali

Come funzionano i rimborsi assicurativi incidenti stradali? Se si rimane vittima di un sinistro passivo oppure si è parti in causa dell'incidente stradale è necessario innanzitutto adempiere a determinati obblighi dell'assicurato.

In prima istanza bisogna assolvere la compilazione del modulo di constatazione amichevole, in cui √® presente la descrizione incidente stradale pi√Ļ accurata possibile, con i dati identiicativi e la firma di entrambi i conducenti o anche uno solo: questo modulo, da inviare in copia alla propria compagnia per l'indennizzo, √® il primo passo per dare il via ai rimborsi assicurativi incidenti stradali. Qualora non sia necessario, si pu√≤ anche evitare di chiamare le autorit√† e i soccorsi in caso di feriti, basta la compilazione del Cid per la propria compagnia assicurativa, e sar√† questa a sua volta a rifarsi su quella del conducente del veicolo responsabile dell'incidente.

I tempi per i rimborsi assicurativi incidenti stradali

Il Cid va inviato entro 3 giorni dall'avvenuto incidente per avviare l'iter di rimborso: i tempi di risarcimento sono variabili e dipendono innanzitutto dall'individuazione del concorso di colpa, per stabilire chi deve provvedere ai rimborsi assicurativi incidenti stradali per i danni provocati a cose e (eventualmente) persone. Se il concorso √® al 50 per cento ciascun conducente dov√† provvedere a rimborsare tramite la propria assicurazione la met√† dei suddetti danni, tuttavia se il Cid non viene controfirmato da uno dei due conducenti i tempi si allungano poich√© le compagnie assicurative dovranno stabilire tramite la stima di un perito terzo l'effettiva responsabilit√† del sinistro avvenuto. In quel caso il conducente pu√≤ provvedere a inviare una lettera cautelativa con dichiarazione testimoniale sinistro stradale per escludere la propria responsabilit√†, ma in ogni il meccanismo di rimborso √® pi√Ļ lungo e complesso, e per questo motivo pu√≤ essere utile affidare ad aziende come Veicolo Sostitutivo l'intera pratica, che va dalla riparazione dei danni alla prorpia vettura fino all'ottenimento dei rimborsi assicurativi incidenti stradali. In media ci vogliono dai 30 ai 120 giorni ricorrendo alla constatazione amichevole, senza almeno 2 mesi per il risarcimento del danno al mezzo, mentre per le lesioni personali si arriva fino a 3 mesi.

Il calcolo dei rimborsi assicurativi incidenti stradali

Quando parliamo dei risarcimenti dobbiamo distinguere quelli per il mezzo rispetto ai danni per le persone. Nel primo caso sono comprese tutte le spese necessarie per la riparazione dei veicoli danneggiati, ma se il valore del danno risulta essere superiore a quello del veicolo, il titolare della vettura viene risarcito nei limiti dell'importo assicurato: ad esempio se la nostra auto è assicurata per 5 mila euro, ma i danni ammontano a 6 mila euro, saremo rimborsati solo per il massimale di 5 mila. Per i danni provocati alle persone coinvolte nel sinistro, si devono calcolare tanto i danni patrimoniali, ad esempio i costi per il recupero della piena attività fisica, quanto quelli non patrimoniali. Il calcolo del danno biologico verte su:

  • Percentuale del danno stesso
  • Et√† dell'interessato
  • Invalidit√† temporanea¬†

Le tabelle del risarcimento del danno attualmente in vigore prevedono che per l'inabilità temporanea vanno risarciti i seguenti importi: 

  • assoluta al 100 per cento: 47,07 euro al giorno
  • parziale al 75 per cento: 35,30 euro al giorno
  • parziale al 50 per cento: 25,54 euro al giorno
  • parziale al 25 per cento: 11,77 euro al giorno

Solitamente per il risarcimento del danno provocato all’automobile vengono prese in considerazione le fatture sostenute per la riparazione del danno, o il preventivo. Tuttavia non sempre l'importo del risarcimento è pari alle aspettative, visto che molte volte le compagnie assicurative tendono al ribasso: in questi casi se volete farvi riconoscere un danno superiore è meglio chiedere un supporto legale. Per i danni provocati alla persona è la stessa vittima dell'incidente che deve presentare tutti i certificati rilasciati per le visite mediche sostenute a causa del sinistro.