sinistro-avvenuto-all-estero

Sinistro avvenuto all'estero: cosa fare in questo caso

Sinistro avvenuto all'estero - Cosa fare

Quando abbiamo un incidente automobilistico in Italia, in genere si opera o attraverso la constatazione amichevole, il modello cai, oppure facendo il controllo veicoli assicurati attraverso i mezzi tecnologici a disposizione, per cui possiamo arrivare a conoscere gli intestatari autoveicoli e se sono presenti coperture Rca partendo da semplici controlli targhe. Ma cosa fare in caso di sinistro avvenuto all'estero? Evidentemente i controlli Rca non valgono per i sinistri esteri, per cui bisogna agire diversamente. Tuttavia non bisogna lasciarsi prendere dal panico: esistono metodi per ottenere un rimborso per sinistro avvenuto all'estero, a seconda che l'incidente sia avvenuto in un Paese membro dell'Unione Europea, oppure in una nazione extraeuropea.

La procedura per un sinistro avvenuto all'estero

Anche se non si possono effettuare controlli assicurazioni come in un incidente su suolo italiano, possiamo seguire una procedura per sinistro avvenuto all'estero che di base prevede le medesime mosse in prima istanza. Infatti è sempre bene prendere i dati dell'autoveicolo che ci ha danneggiato, riuscendo almeno ad annotare il numero di targa se non si ha la possibilità compilare anche la constatazione amichevole, che ricordiamo presenta caratteristiche simili in tutti i Paesi europei, verificando la corrispondenza dei campi tra il proprio modulo e quello del conducente del veicolo straniero. Avendone l'opportunità, anche scattare foto che possano testimoniare il danno subito possono senz'altro aiutare all'ottenimento di un rimborso. Dopo la questione si fa differente a seconda se l'incidente sia avvenuto in un Paese Ue oppure extra Ue.

Come ottenere il rimborso per un sinistro in UE

In caso di sinistro avvenuto all'estero, indubbiamente è molto più semplice la procedura per un incidente in un Paese membro dell'Unione Europea, se non altro per le tempistiche e per la presenza di una normativa comune continentale. Una volta tornati in Italia bisogna scrivere alla Consap, la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici, o via fax al numero 06 85796270, oppure via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nel corpo della richiesta devono essere riportati tutti i dati identificativi rilevanti per l'accertamento del danno:

  • Data
  • Luogo
  • Modello
  • Targa
  • Nazionalità
  • Generalità del guidatore

Avendo questi dati del veicolo responsabile del danno è possibile avviare la procedura di rimborso, ma bisogna ricordare le vetture coinvolte devono essere immatricolate e assicurate in uno dei Paesi SEE (Spazio Economico Europeo). In base alle informazioni inviate, il Centro di informazione della Consap effettua i controlli veicoli di ordinanza e arriva a risalire alla compagnia di assicurazione dell'automobilista straniero e al suo referente in Italia. Una volta ricevuta la richiesta di risarcimento, il referente avvia la procedura raccogliendo i dati e avviando le perizie necessarie per accertare la stima del danno, ed entro 3 mesi deve comunicare l'offerta di risarcimento o i motivi per i quali rifiuta il rimborso ritenendo di non dover procedere all'indennizzo.

Sinistro avvenuto all'estero: cosa fare in un Paese extra Ue

La procedura diventa molto più lunga in termini di tempistiche se il sinistro avvenuto all'estero è stato causato da un veicolo non immatricolato in un Paese SEE. In tali frangenti la richiesta di risarcimento deve essere inviata all'ufficio preposto del Paese in cui è avvenuto l'incidente, come indicato dalla Carta verde, e seguire la procedura che di volta in volta è prevista nella singola nazione. Certo si tratta di una procedura molto più laboriosa, ma se pensate di dover ottenere un risarcimento poiché non è vostra la responsabilità del sinistro, non bisogna affatto rinunciare nell'inoltro della richiesta, poiché verranno comunque effettuati i necessari accertamenti, solo con tempi più lunghi. Queste sono dunque le modalità per agire in caso di sinistro avvenuto all'estero, e per ottenere un rimborso per i danni materiali e fisici subiti a seguito dell'incidente.

Hai subito un incidente e hai bisogno di un veicolo sostitutivo? Te lo diamo noi!