Blog

calcolo-risarcimento-incidente-stradale

Calcolo risarcimento incidente stradale: come si fa

Il calcolo risarcimento incidente stradale a chi spetta

In caso di sinistri stradali diviene inevitabile stabilire la ragione e il torto, per cui a qualcuno toccherà ripagare i danni materiali e biologici eventualmente riportati. Il calcolo risarcimento incidente stradale in ambito assicurativo viene stabilito attraverso quello che in termini assicurativi viene definito concorso di colpa. Attraverso tale procedimento emerge che sia il conducente che ha provocato l'incidente a provvedere al risarcimento danni fisici e materiali, ovviamente attraverso la propria compagnia di assicurazione e non certo di tasca propria. Se invece sussiste il concorso di colpa di entrambi, allora ciascuna delle parti coinvolte dovrà rimborsare i veicoli danneggiati nella percentuale del 50 per cento

calcolo-danno-biologico-macropermanenti

Calcolo danno biologico macropermanenti: le tabelle

Calcolo danno biologico macropermanenti, cosa vuol dire

Il calcolo danno biologico macropermanenti è un termine di natura giuridico-assicurativa che sta ad indicare la quantificazione del danno nel momento in cui un sinistro stradale procura lesioni al guidatore o altri passeggeri di un veicolo coinvolto nell'incidente. Tale quantificazione non è così facile da compiere, giacché la normativa attuale fornisce criteri certi solo per le lesioni micropermanenti, ossia le lesioni che non superano i 9 punti di invalidità, secondo quanto viene applicato nell'ambito dell'infortunistica stradale e nei casi di responsabilità medica. Il calcolo danno biologico macropermanenti si fonda invece su tabelle elaborate da tribunali, e le più utilizzate sono quelle elaborate dal Tribunale di Milano.

auto-sostitutive-legge

Auto sostitutive in caso di incidente: cosa dice la legge

Auto sostitutive in caso di incidente: come ottenerla e cosa dice la legge al riguardo?

Le auto sostitutive in caso di incidente sono uno dei mezzi di “aiuto-sostituzione” più importanti per un guidatore in difficoltà. Al riguardo vi sono diversi dettagli in merito, ma soluzione è sempre la stessa, aiutare l’automobilista che si trova in difficoltà, evitando di lasciarlo senza auto.

Le auto sostitutive generalmente vengono messe a disposizione dell’officina verso cui ci si rivolge per aggiustare l’auto incidentata, ma è possibile, attraverso delle polizze auto specifiche, richiedere tale agevolazione per ottenere una macchina sostitutiva.

limite-kilowatt-neopatentati

Limite kilowatt neopatentati: le regole e le limitazioni

Qual è il limite kilowatt neopatentati

Chi ha appena ottenuto la licenza di guida deve necessariamente osservare una serie di regole stringenti e specifiche, onde evitare sanzioni per la loro inosservanza. Una parte cospicua di queste regole riguarda il limite kilowatt neopatentati, per cui i veicoli guidati devono avere limiti di cilindrata oltre il quale tali vetture non possono essere condotte da chi ha conseguito la patente da breve tempo. In questa guida vedremo quale sia il limite kilowatt neopatentati fissato dal Codice della strada, norme entrate in vigore per chi ha conseguito la patente di tipo B a partire dal 9 febbraio 2011.

tamponamento-auto-parcheggiata

Tamponamento auto parcheggiata: cosa fare, come agire

Tamponamento auto parcheggiata: che fare?

Se durante un sinistro in strada è possibile facilmente coinvolgere la compagnia di assicurazione attraverso la dichiarazione incidente stradale firmata, il cosiddetto modulo blu Cai, cosa succede in caso di tamponamento auto parcheggiata? In questa guida dedicata vedremo cosa fare, come comportarsi in caso di danneggiamento autovettura, sia che sia nostra l'auto vittima dell'urto quanto al contrario, ovvero che siamo noi responsabili dell'incidente portando al tamponamento auto parcheggiata. Vediamo qual è la procedura corretta in entrambe le situazioni spiegando nel dettaglio l'iter per avviare il rimborso mediante compagnia assicurativa.

come-compilare-constatazione-amichevole

Come compilare constatazione amichevole: la guida

Come compilare constatazione amichevole: il modulo blu

Nel caso sfortunato in cui si resti coinvolti in un sinistro stradale è necessario sapere come compilare constatazione amichevole, che consente ai soggetti coinvolti di avviare le pratiche legate al risarcimento assicuratorio mediante l'utilizzo di un apposito modulo constatazione amichevole, conosciuto anche nel gergo comune come modulo blu. Questo modulo Cai che ha sostituito il vecchio modello Cid assicurazione si trova a disposizione presso qualunque compagnia assicuratirce, ed è bene averlo sempre con sé nel vano porta oggetti del veicolo, in modo da non farsi trovare impreparati in caso di incidente stradale. Vediamo allora come compilare constatazione amichevole, un documento che permette di avere una panoramica completa circa la scena e la dinamica del sinistro.

termine-denuncia-sinistro

Termine denuncia sinistro: quanto tempo occorre?

Termine denuncia sinistro: come funziona

La normativa vigente fissata dal codice delle assicurazioni offre prescrizioni molto dettagliate circa le modalità di rimborso e il termine denuncia sinistro a seguito di incidente stradale. Quando si è protagonisti di un sinistro, al fine di poter effettuare qualunque tipo di azione assicurativa, bisogna denunciare l'incidente entro 3 giorni dal fatto innanzitutto con una denuncia cautelativa carabinieri, e successivamente contattare la propria compagnia di assicurazione per l'indennizzo diretto, in caso si è vittime, ed anche naturalmente se si è invece responsabili. Oggi i tempi sono molto velocizzati, per cui si può contattare la compagnia assicuratrice entro il termine denuncia sinistro sopra indicati anche via mail o telefono, oppure si può procedere con la tradizionale lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

calcolo-micropermanenti

Calcolo micropermanenti e macropermanenti: come funziona

La valutazione del calcolo micropermanenti

In caso di danni biologici a seguito di sinistro stradale, è necessario effettuare un calcolo micropermanenti e macropermanenti per valutare e quantificare in maniera adeguata i postumi dei traumi di natura psico-fisica. L'art 139 codice assicurazioni stabilisce in maniera chiara tutto ciò che riguarda il danno biologico in conseguenza di incidente stradale, riportando specifiche tabelle micropermanenti attraverso cui quantificare il danno. In questa guida spieghiamo in dettaglio come avviene il calcolo micropermanenti ed anche il calcolo danno biologico macropermanenti, come si connotano le differenze, e quali sono tutti gli elementi che rientrano nel danno biologico secondo quanto prescrive la normativa vigente.

Altri dubbi?

Chiamaci al numero  +390818768686
o invia una mail a  info@veicolosostitutivo.it
Il nostro servizio clienti saprà rispondere a tutte le tue domande.
Image